Milan-Inter 0-1 (Ranieri è almeno al quinto derby consecutivo vinto mentre Ilaria D’Amico è bona per la seconda domenica consecutiva)

Abbiati 6,5 – un solo intervento, sul tiro di Milito allunga il piedone ma non ci arriva per un alluce. Ma usare le mani, così ogni tanto, tanto per ricordarsi di averle;
Abate 5 – pesa l’errore in occasione del gol, lisciando su un’apertura di Zanetti. Dopo ci mette grandissima voglia e si proietta nella metà campo interista ma non cancella il disastro;
Nesta 5,5 – quando lo inquadrano dimostra 40 anni e non i 35 che ha… Barbara si propone ogni volta di fargli la respirazione bocca a bocca, ma lui la vorrebbe da Pato;
Thiago Silva 6 – il compagno in fase di prepensionamento gli suggerisce di non sembrare troppo lucido per non far sfigurare il vicino di posto… ma quale? Nesta o Zambrotta?
Zambrotta 5 – se non gli attaccano il respiratore ha l’elettrocardiogramma completamente piatto. E’ vivo? Alla moglie tettona l’ardua risposta. Risponderà alle stimolazioni della consorte?
Boateng 5,5 – l’effetto della Satta si vede sui suoi capelli, tutti dritti. In campo gira a vuoto e fa lo sbruffone ma non sa che la Satta nello spogliatoio interista già l’hanno vista spesso…
Van Bommel 6,5 – unico leader che gioca da leader. prende tutti i palloni che può e cerca di trascinare i compagni glamour e con la chioma curata a cercare una rete, anche ignorante. Timbra la traversa;
Nocerino 5 – non si è visto mai, lo stanno ancora cercando dietro i tabelloni pubblicitari di San Siro;
Emanuelson 6 – continuo a pensare che non sia un trequartista… infatti rende meglio quando scende a fare il terzino sinistro: lì dà tanta qualità, davanti non ne ha abbastanza;
Pato 5,5 – malissimo il primo tempo, benino il secondo. Ma uno come lui, con quel ricciolino ribelle che fa impazzire BB, non può accontentarsi del “benino”;
Ibrahimovic 6 – si vede che vuole fare, invece se lo fanno;
Seedorf 5,5 – sfiora il gol con un bel tiro, poi sbaglia tutti gli appoggi proprio quando avrebbe dovuto dare qualità;
Robinho 5,5 – si muove tanto e bene, prova i numeri da giocoliere, poi spreca l’occasione gol più nitida;
El Shaawawi 6,5 – gioca pochi minuti ma porta in campo un po’ di caciara che rischia di abbattere il fortino di Ranieri;
Allegri 5,5 – squadra piatta e senza brillantezza. Che pesino tutti quei giorni a Dubai a comprare titoli di stato del debito tailandese?

Julio Cesar 7 – tre interventi decisivi più un tentativo di tagliare i capelli a Ibra che per un soffio non va a segno;
Maicon 6 – ogni tanto parte, poi gli viene il dubbio se ha chiuso il gas e si ferma, guarda dietro e resta lì a pensare “Lo avrò chiuso il gas?”;
Lucio 6,5 – difficile superarlo;
Samuel 6,5 – quanto me manchi Walter, sei il muro più bello che c’è;
Nagatomo 6,5 – sta sempre dietro e scende solo tre volte, ma ogni volta che lo fa o sono assist o sono tiri pericolosi in porta;
Zanetti 7 – emblema dei suoi 38 anni è la ripartenza sull’asse con Maicon in occasione del gol, ne salta due e piazza un gran pallone. Beata gioventù, sì, ma pure beata saggezza ma anche Beato Abate;
Cambiasso 7 – pietra sicura su cui Ranieri costruisce la Chiesa dell’Ennesimo Catenaccio;
Thiago Motta 7 – tutto preso a smontare le manovre avversarie. Gioca pochi palloni ed è per questo che gioca una delle migliori partite dell’anno;
Alvarez 5,5 – si mangia un gol fatto, poi lo cambiano su Chivu, come dire che è stato utile come un buco di culo sul gomito;
Milito 7,5 – voto alla capacità di essere di nuovo decisivo;
Pazzini 5,5 – tanta voglia ma conclude poco, speriamo gli vada meglio in discoteca;
Chivu 6,5 – entra e prende a legnate Boateng, poi le promette pure alla Satta;
Sneijder sv – gioca pochi palloni, bontà sua, si dovesse strappà un’altra volta;
Forlan sv – entra con un preciso scopo: rilanciare il cerchietto in Italia, un ruolo di testimonial che divide con Cerci.
Ranieri 7 – chiaro il messaggio lasciato a fine partita: “Siamo stati molto attenti tatticamente”. Così finalmente ho capito cosa intendono realmente gli allenatori quando dicono cose del genere: “Abbiamo fatto un catenaccio glorioso”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...