Palermo-Roma 0-1 (Se la politica della cena funziona, andate a cena fuori ogni settimana, grazie)

Viviano 6 – quello di Borini è un rigore in movimento. Poi, gli arrivano delle pallate, alcune addosso, alcune muovono la rete esterna. ‘Na serataccia;
Pisano 5 – Lamela lo fa a fette, Borini lo fa a fette, Rosi lo fa a fette. Pisano sarà servito nel buffet di fine partita su un piatto d’argento e la mela in bocca;
Munoz 4,5 – si riprende nel secondo tempo ma nella prima frazione è stato un vero disastro: Lamela se lo fa in tutte le posizioni;
Mantovani 5,5 – le figuracce le fa il compagno ma lui in occasione del gol sente solo l’aria smossa dallo scatto di Borini;
Balzaretti 6 – rischia di fare un gol, sta prudente sulle sue per non farvi infilare da Borini;
Acquah 6 – grintoso e tenace, prova a menà perchè dalle sue parti tirà un’ariaccia;
Donati 6 – prove tecniche di regia, prova a spacca la testa di Gago e prova pure a tirà ‘n porta. ‘somma, c’ha provato fino in fondo;
Barreto 5,5 – grinta e sudore che mal si sposano col cerchietto da gagà che indossa. Sii uomo tajate i capelli e nun te depilà le gambe;
Zahavi 5 – si mangia mezza occasione, all’intervallo entra nel tunnel e non ne esce più. Pare lo stiano ancora cercando nei cunicoli sotto lo stadio;
Miccoli 5,5 – si vede che ci tiene a segnare, era convinto di rimpinguare il bottino di gol, lo ha pure detto a fine partita. A Miccoli, pijatela nder….
Budan 4,5 – si nota per l’elegante sale e pepe;
Ilicic 5 – più accenti nel cognome che tiri in porta;
Hernandez 6 – rientrante dopo tre mesi (ao, rientrano sempre contro di noi), dura appena 20 minuti in cui si fa notare per un paio di numeri. Poi passa il tempo a domandarsi come trascorrere il dopo partita. Chiede consiglio a Gago che gli risponde “Non è la mia città”, chiede a Rosi che gli spiega “Non sei il mio tipo”, infine chiede a Totti che sottolinea “Vieni a Roma che te spiego come se fa”…;
Vasquez sv – ha il nome da esploratore spagnolo ma non ha il tempo di esplorare, tanto meno per conquistare;
Mutti 5 – l’attacco casalingo più prolifico della Serie A non riesce a bucare una delle difese più incerte viste fin qui. Anzi, i rosanero si fanno avanti a forza di tiri da fuori e cross sbagliati. Ce n’è di lavoro da fare, Bortolo.

Lobont 6,5 – insicuro, sempre. Se gli tirano addosso la prende, ma incerto. Dicono che a Lucho piaccia perchè gioca sempre al limite dell’area di rigore ed è attento coi piedi. Allora ce metta De Rossi in porta;
Rosi 7 – attento in difesa, prova ad aggredire. Una delle prove convincenti da che lo conosco;
Kjaer 6 – gioca nel modo che gli è congeniale: di posizione, senza dover correre verso la porta magari inseguendo qualche folletto. Così, può far valere la presenza fisica e mostra il suo potenziale;
Heinze 7,5 – sulle palle inattive, piazza i compagni come il principe Ruspoli mette le posate a tavola. Attentissimo anche in impostazione dopo la scottatura del derby;
Angel 6,5 – finalmente una prova caparbia. Quando ho visto Miccoli cambiare fascia ho capito che il giovane spagnolo aveva disputato la sua prima vera prova autoritaria da quando è in Italia;
Gago 7 – indispensabile, nel coprire Rosi e nel palleggio. Prova ripetutamente il tiro e si capisce perchè ha fatto solo un gol in carriera. Ma, de resto, se era bravo pure in attacco era Iniesta, non Gago;
De Rossi 6,5 – si preoccupa soprattutto di coprire la porta, consapevole che ogni tiro rischia di essere gol. Perde qualche situazione ma, stavolta, i compagni dietro di lui riescono a cavarsela da soli. Forse manca un po’ vederlo spingersi in avanti ma non gli si può chiedere di fare tutto… Manca solo che guidi l’aereo che riporta la Roma a casa;
Greco 6,5 – cerca di spingersi nell’area di rigore del Palermo ma non è il lavoro suo. Esce stremato;
Borini 8 – segna un bel gol scattando dietro la difesa del Palermo come una lepre. Si procura, praticamente da solo, un altro paio di occasioni che Viviano e la rete esterna bloccano. E poi difende: un attaccante così disponibile non lo vedevo da tempo, forse a Roma non si è mai visto;
Totti 6 – oggi è festa e non si parla male di nessuno. La cosa chiara è che la squadra ha bisogno della sua personalità ma delle scappatelle verso la bandierina del calcio d’angolo;
Lamela 7 – primo tempo da 8 in cui entrano l’assist con tunnel per il gol di Borini e un bellissimo assolo con dribbling nell’area di rigore rosanero. Nel secondo tempo cala parecchio, non prima di aver attraversato tutto il campo come Diego prima di lui ma il tiro finisce sull’esterno della rete;
Marquinho 5,5 – inconcludente, sembra molto più un esterno di attacco che un centrocampista;
Simplicio sv – vederlo entrare è una sorpresa anche perchè è molto più offensivo del collega che sostituisce (Gago). Pensa se il Palermo pareggiava…
Bojan sv -si dà da fare il piccoletto ma quando ha sbagliato il controllo palla nel contropiede 2 contro 1 ho capito che non sarà mai un grandissimo.
Luis Enrique 6,5 – almeno non perdiamo 5-0 così da dover verificare subito se la squadra lo segua oppure no. Gara tosta e determinata, con un centrocampo molto attento ed esterni cazzuti nei tackle. Dovrebbe essere sempre così.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...