Roma-Novara 5-2

Stekelenburg 5 – ne prendiamo due dal Novara che ha il secondo peggiore attacco della Serie A e ieri era privo del suo uomo-gol e propiziatore principe (Rigoni, 7 gol e 5 assist). Inquadrato dalla telecamera mentre il pallone colpito da Caracciolo carambola in rete, fa una faccia che da sola basta il prezzo dell’abbonamento Sky: “Cazzo è accaduto di nuovo”. Il gol di Morimoto, benché viziato da fuorigioco, è da mettere interamente sulla coscienza dell’olandese il quale – evidentemente incredulo alla possibilità che Mo-Ri-Mo-To potesse segnare – lascia scoperto il primo palo;
Taddei 5 – il primo caldo lo ha colto in vena di romanticherie. Con un fiore in bocca sbaglia il passaggio che costa il 2-4 mentre per tutto il resto della partita marca cantando il classico di Neil Young Keep on rockin’ the free world;
Kjaer 4,5 – poraccio, sono francamente in difficoltà: lo superano tutti, di testa, di piede, alla fila dal fornaio. A fine partita De Rossi, da capitano, lo ringrazia pure ma è un tentativo che non fa altro che sottolineare la sua assoluta incompatibilità in un modulo che da lui vorrebbe cose che, evidentemente, dopo 9 mesi, non gli sono entrati nella testa, la sua ma anche quella dei compagni;
De Rossi 5,5 – per carità non è il suo ruolo. Poi Luigienrico gli chiede di stare un po’ vicino a Jodè Angel, perchè si scorda di difendere, e un po’ a Kjaer, che si scorda su che pianeta sta. Dividendosi così, non può che andare in confusione;
Angel 5,5 – mai una volta che non la stoppi con il tacco dietro alla gamba di appoggio, si ubriaca di finte e doppi passi e finisce sempre a spararla a trecento all’ora a un compagno 20 metri indietro;
Simplicio 6 – fa un gol che è una delizia ma non è che ha partecipato tanto alla costruzione del gioco o alla distruzione di quello dell’avversario. Il che, per lui, è un po’ la stessa cosa;
Gago 5,5 – recupera tanti palloni ma sempre con un atteggiamento passivo e renitente che lo tiene lontano dall’aggredire la metà campo avversaria. È come se non si fidasse di chi ha alle spalle. Strano…;
Marquinho 7 – la nota positiva della giornata: si inserisce alla grande nell’area di rigore avversaria e cuce un paio di palloni d’oro per i compagni. Ma quando lo vedo fare 12 tocchi per controllare un pallone ho dei forti dubbi che possa rendere in serie A;
Bojan 6 – maramaldeggia quando il Novara è in coma e si rovescia nella nostra area di rigore. Un po’ come dare una coltellata a un uomo morto;
Osvaldo 7,5 – ha una manciata di vaffanculo che gli avanzano nei calzoncini così li distribuisce equamente tra arbitro, guardialinee e compagni, con Lamela sempre tra i bersagli preferiti. Avoja a quanto interviste serviranno col giornalista a ginocchioni a fare un servizietto orale (e scritto) per far passare la teoria che l’argentino non ha un caratteraccio. Resta però il fatto che fa un gol, ne suggerisce un altro, si muove e difende, insomma il suo e un po’ anche il lavoro di chi gli sta accanto;
Totti 7 – il voto è alla disponibilità a sfiancarsi a 36 anni a fare il regista offensivo, muovendosi su tutto il campo, in lungo e in largo, sventagliare palloni e cambi di gioco, cercando di metter in movimento il culo pesante di Simplicio, la pigrizia di Gago o assecondare la voglia di Marquinho e Osvaldo. Poi, lasciamo stare se non scaturisce nulla di buono. Per quello il voto sarebbe 5,5;
Viviani sv – entra ed è uno dei pochi che a fine stagione avrà sollevato un trofeo;
Perrotta 5,5 – entra e non posso fare a meno di sospirare pensando a come siamo ridotti. Prova a rinverdire i fasti del passato inseguendo come un cane a Villa Pamphili un pallone lanciato da Totti ma quel tempo non torna più
Lamela 6,5 – un bel gol, il voto è a quello;
Luis Enrique 5,5 – prendiamo due gol e c’è un rigore sicuro per il Novara. Non si può subire così e soprattutto dopo 9 mesi io ancora non capisco che cosa stiamo cercando;

Ujkani 5,5 – Osvaldo gli rompe la mano con cui si spippetta. Per il portiere si annunciano serate molto noiose in ritiro;
Paci 4,5 – lo riconosci perchè ha il cerottino per il naso, che ormai solo Valentino Rossi si ostina a mettere. E lui, evidentemente convinto che un maggiore afflusso d’aria ossigenata nel sangue possa migliorare la sua irrimediabile pippagine. Non è così;
Lisuzzo 5 – ci manca poco che svettando su un calcio da fermo ci purga, per il resto, si mette in pari con il sonno arretrato;
Garcia 4 – uno di una scarsezza senza rimedio;
Morganella 5 – lo spettacolo migliore lo offre quando nel prepartita Sky lo inquadra mezzo nudo mentre si sta preparando negli spogliatoi dell’Olimpico e dà mostra dei tatuaggi;
Jensen 4 – gioca un pallone con tunnel su Simplicio, poi scena muta;
Pesce 4,5 – d’aprile;
Porcari 5 – brutto come la fame, prova a spaventare Stekelenburg da fuori ma l’olandese è preparato vedendo tutti i giorni Lobont e Gago;
Jeda 5 – prendete un Brachetto e lasciatelo un anno in frigo senza tappo. Avrete un Jeda, un tempo attaccante frizzantino, oggi ormai completamente svanito;
Caracciolo 6 – questo segna solo quando non lo schiera. La sua propensione ai gol impossibili mi risulta particolarmente indigesta;
Fontana 5 – entra e ne prende tre;
Mazzarani 5 – salito in A con la nomea di trequartista molto offensivo, contro di noi fa solo falli;
Morimoto 6 – quando è entrato Kaka-Il-Cazzo Morimoto non ho mai avuto il benché minimo dubbio che avrebbe segnato. Se nonc i fosse la Roma farebbe la carriera di un difensore;
Tesser 6 – questo Novara è davvero una cosa piccola, ma ci ha messo in difficoltà.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...