Napoli-Milan 2-2

De Sanctis 6 – incolpevole sui gol, solido quando è potuto intervenire;
Campagnaro 5 – il ragazzino con la cresta appuntita lo bucherella e lo riduce un colabrodo;
Cannavaro 5,5 – spesso in ritardo sulle uscite, non compensa con la personalità;
Gamberini 4,5 – f la figura della bella statuina sul secondo gol del Milan, anzi la figura del Balzaretti;
Maggio 6 – Constant è una pera matura ma lui non incide abbastanza per farselo a fette e mangiarlo con la cioccolata;
Inler 6,5 – parte alla grande, poi si ammoscia;
Dzemaili 5,5 – grigio, non rincula bene;
Zuniga 5,5 – davanti ha il più acerbo (a parte Acerbi) della truppa di Allegri. Prova a irretirlo con finte e trucchetti da oratorio che vanno forte nei peggiori bar di Bogotà, ma gnente, nun attacca;
Hamsik 7 – luce offensiva del Napoli, anche se intermittente;
Insigne 6,5. – mezz’ora da Zola redivivo, un’altra da latitante, fino alla sostituzione;
Cavani 5,5 – in una serata in cui è controllato bene e non ne spizza una manco per sbaglio, de tigna riesce a procurarsi due occasioni;
Mesto 5,5 – entrato lui, la partita del Napoli cambia… In peggior
Dossena sv – da segnalare solo quando inveisce contro Bergonzi per una punizione fischiata a cazzo;
Vargas sv
Mazzarri 5 – la sbaglia lui, con la sostituzione difensiva con cui ha tolto una punta e mezzo un difensore, una cosa che manco Zoff o Trapattoni dei tempi belli;

Abbiati 5 – ne prende due ma è sul primo che fa una figura degna de un Goicoechea brianzolo: se accascia, vecchio, su una busta de piscio di Inler. Poi ne prende due a Cavani, alla Garellik, de piattone;
De Sciglio 6 – Zuniga in versione Fred Astaire non lo impressiona, pensare che ci sarebbero circa 60mila motivi per il ragazzino per farsi mettere paura. Lui gioca con la solidità del veterano;
Mexes 5 – io l’ho visto per qualche anno e aldilà dell’esuberanza fisica, resta un difensorucolo che non riesce proprio a usare la testa se non per pessime capigliature;
Acerbi 6 – più sicuro del compare di reparto e delle due ultime uscite;
Constant 5,5 – indubbiamente torna utile il suo saper dare del tu alla palla ma non è un terzino, non ne ha il passo e nun è capace;
Montolivo 6,5 – il migliore del centrocampo del Milan, riesce a mettere la qualità in ogni giocata;
De Jong 5,5 – soldatino, se gli dicessero tromba Barbara, lo farebbe; se gli chiedessero tromba Bojan chiederebbe “Quante volte?” Però così non c’è ammore;
Nocerino 5 – si vede che corre ma non si capisce esattamente dove;
Boateng 5,5 – ciondola al limite dell’area di rigore e quando gli arriva palla, la spazza a Fuorigrotta. La Melissa l’ha rovinato ma forse qualcuno lo ha sopravvalutato;
Bojan 6 – piccolo per incidere in area di rigore ma abbastanza tecnico per favorire lo scivolamento di palla sulla trequarti;
El Shaarawy 8 – come tocca palla sono tiri a fil di palo. Ah, e due gol;
Pazzini sv
Robinho sv – dalla sua l’assist a El Shaarawy;
Allegri 6 – ha costruito un Milan tutto sulle giocate di El Shaarawy. Non so se basta per arrivare in Champions.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...