Hippy Ya Ye Figli di puttana/Roma-Juve 1-0

Stekelenburg 7 – allunga er manone sulla punizione di Pirlo, respinge il tiro ravvicinato di Matri (in fuorigioco), smanaccia con la contraerea tutti i palloni lanciati in area. Alla faccia vostra;
Piris 6 – dimostra che la sua ragione sociale è la distruzione, un po’ come Godzilla, mika fare er pirata boemo. Tiene la zona, là difficilmente se passa, fa pure una diagonale su cui Sacchi se masturberebbe a inizio partita se non fosse già andato a dormire pe vedè alle 3 Nubleses-Puerto Mott in diretta su Sport Italia;
Burdisso 6,5 – sparagnino quanto serve a una squadra precipitata in zona anonimato. L’ignoranza al potere. Daje;
Marquinhos 6 – davanti c’ha Marquinho e Pjanic che a copertura so più scarsi de la Tre, lui parte in roaming e spende un sacco de soldi, anche perché Vucinic è tutto un “Mi ami? ma quanto mi ami?” e lui spenne, aho quanto spenne;
Torosidis 6,5 – si vede che è uno disciplinato ed esperto, uno abituato a sollevà trofei mika pizzette. Il bello è che nel finale si fa pure ardito e ne ha da spenne più dei compagni, lui che la preparazione l’ha fatto co’ gli scampoli d’assenza su un’isoletta greca, mika in America o in montagna;
De Rossi 7 – fa inciampà Vucinic nel doppio mento, cerca de asportà le caviglie a Pirlo, una de quelle scivolate da serie B che nun je vedevo fa da quanno era sposato co’ Tamara e incosciente dei probblemi der monno ‘nfame, l’ho visto bello come solo la figlia lo ha visto negli ultimi anni;
Pjanic 6 – nel primo tempo nun trova la posizione, si sgancia troppo presto o troppo tardi perdendo il tempo di gioco. Nel secondo entra meglio in campo, spiattella due, tre bei passaggi dando quella qualità che ci è sempre mancata in mezzo al campo quest’anno. Regala un assist d’oro a Osbajo, e con uno sbajo regala una palla d’oro a Totti. È da capì se pó giocà lì in mezzo al campo come posto fisso;
Marquinho 5,5 – troppo individualista per giocare così basso. Me fa venì l’angina con tutti quei dribbling sulla nostra traquarti difensiva;
Lamela 6,5 – je do un buon voto perche avemo vinto e il mondo sembra un posto migliore almeno fino a domenica prossima. Perde tanti palloni, spesso pe fa er coatto, però si accende a tratti ed è bello da vedè. Però più gnoranza
Totti – il voto a uno così non se pó dà perché sarebbe come quantificare quanto è bello Guernica o lo spettacolo di un’alba vista da ragazzo dopo una notte disperata. Gioca essenziale come una poesia di Montale, con quegli sprazzi di stupore che solo un verso perfetto sa suscitare. Il gol è la perfezione assoluta. Facile dire che la terra ha tremato;
Osbajo 5,5 – ci mette la volontà, nun se pó negà, però… Però capita na palla vagante a centrocampo e lui spara in curva, un’altra nel cuore dell’area di rigore e lui la passa. Se magnà er gol del kappaó colpendo de testa addosso a Buffon, una robba che Pruzzo stava già agitando il pugno verso la Sud. Ne devi sudà de majette pe conquistatte il mio amore;
Florenzi sv
Balzaretti 5,5 – cinque minuti e regala la punizione che poteva esse la fine de tutto;
Bradley 6 – polmoni e falli de gomma ner culo dei rubentini quando serve;
Cardiga coi bottoncini 6 – la vojo vede sta formazione a Bergamo. Vojo altre 17 partite così;

Buffon 6 – il tiro de Totti è una pistolettata all’Ok Corrall, prende invece il tiro di Pjanic e il colpo di testa di Osvaldo;
Barzagli 5,5 – soffre Totti e soffre Lamela. Soffre pure de colite;
Bonucci 5 – la cosa migliore è un passaggio de quindici metri che trova Lichtsteiner;
Caceres 5,5 – grandi sorrisi co’ Osvaldo. Forse sperava in un altro passaggio al portiere dal dischetto del rigore;
Lichtsteiner 5 – odioso come solo un ex lazziale colla maglia rubentina. Proteste continue che stranamente non hanno sollevato l’indignazione di Caressa;
Vidal 4 – mai visto. Ah sì la passa perfetta a Totti;
Pirlo 5,5 – sceneggiate ridicole per due calcetti. Dovrebbe ringraziare Totti che gli ha ridisegnato aerodinamicamente il ginocchio. E senza anestesia, si sa che per i calciatori è pericolosa;
Pogba 6 – gioca a targhe alterne, un po’ come i capelli bicolori. È l’unico che dà la sensazione di pericolo;
Asamoah 4 – mai visto. Probabilmente sta ancora in Africa. Beato lui;
Matri 5 – solo in fuorigioco riesce a tirare in porta;
Vucinic 5,5 – pavido come una tartaruga gravida, con cui condivide la velocità;
Anelka 5 – ah be entrato lui la partita ha svoltato;
Padoin sv – cosa è un Padoin?
Giovinco 5 – liscia due palloni, poi cerca prova della sua esistenza in vita nel suo naso e anche in quello di Matri;
L’uomo dello scoiattolo 5,5 – vergogna è agghiacciante era rigore, un giorno in meno, è colpa dei giocatori che gli ho chiesto se se la sentivano e se la sono sentita. Ao, se non fosse per il topo in testa, sembri Zeman.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...