Roma-Lazio 0-1/È “scappate”

Lobont 4 – non ci si può presentare a una finale di Coppa Italia co’ sto dopolavorista in porta. Fuori posizione in occasione del gol dà forma e contenuto a una dirigenza che non è riuscita a mettere a disposizine delle guide tecniche che si sono alternati quest’anno almeno due portieri degni di questo nome;
Marquinhos 6 – bel duello con Lulic. Lui è l’unico che lo tiene in velocità e sull’azione del gol è messo fuori causa dalla stessa incapacità di chi gli sta vicino;
Burdisso 6 – Klose non crea troppi problemi a lui che ha ancora tutti i capelli;
Castan 6 – gioca a nascondino vicino a Balzaretti;
Balzaretti 6 – nella gazzarra in cui Andreazzoli ha ha trasformato la squadra l’esterno si è trovato a disagio manco assistesse a La Silfide con Janie Taylor;
Bradley 6,5 – l’unico a portare un minimo di pressing, purtroppo non dovrebbe farlo da solo;
De Rossi 4,5 – ormai gioca solo sui recuperi o rinculando tra i centrali. Sbaglia tutti i passaggi. Non so dove sia finito il calciatore che era, se si è perso tra le cosce di Sarah o a rincorrere le ombre dei Casamonica ma penso proprio che dovrebbe cambiare aria per il bene suo e della sua barba che sta pericolosamente incanutendo e le mie palle che stanno cadendo;
Lamela 5 – l’involuzione della squadra nell’assenza della guida tecnica è del tutto evidenziata dal ragazzo che ha perso completamente il concetto di gioco di squadra, non per attitudine sua ma per clima generale. Non la passa più, aiuta a intermittenza. Proprio lui ha bisogno del supporto dei compagni per essere incisivo perchè nessuno è decisivo da solo. Se c’è una lezione che spero apprenda è proprio questa. E allora questa sconfitta e questo dolore un giorno sarà utile;
Totti 5,5 – poro Checco, in una squadra che va per conto suo, lui non riesce ad andare per conto proprio, cerca i compagni ma non li trova mai, in un festival dell’incomunicabilità degno di Antonioni;
Marquinho 5 – un altro che ha giocato una partita tutta sua in un soliloquio con le proprie inadeguatezze;
Destro 4 – assente, sbaglia l’unica occasione giallorossa sul colpo di testa alla fine del primo tempo. Poi ha un’altra grande occasione che passa a Marchetti, poi sparisce di nuovo, probabilmente pensando al culo della ficanzata. Ao questo arriva da Siena, in cui probabilmente stava con qualche sciacquetta de provincia, e fa più gol con le veline;
Osvaldo 5 – lascia lo stadio senza ritirare la medaglia. Speriamo prenda la chitarra e torni da qualsiasi posto è arrivato;
Dodò sv – se stai a perde er derby finale di Coppa Italia e te affidi a questo per rimontare o sei un pazzo o sei disperato o tutte e due le cose… O sei Andreazzoli;
Andreazzoli 4 – nel suo soliloquio interiore su storia e futuro e le rispettive differenze, nel cercare di tenersi buoni i calciatori – facendo finta che spostare un allenamento dalle 10 alle 11 fosse per consentire ai calciatori di portare i figli a scuola e non per riprendersi dalla notte precedente – ha completamente perso il pugno del gioco. La cosa più difficile era riuscire a tenere alta la tensione fino a ieri, evitando quella sequela di partite senza alcun nesso logico che non fosse tenersi avviluppati al filo delle individualità. Ieri abbiamo visto i giocatori non fare causa comune ma cercare un successo personale, pensando di essere alla partitella del giovedì. Tensione della finale? Nervosismo per trovare la Lazio? Balle: è cosi almeno da un mese e mezzo. E’ così tra coloro che non sono atleti;

Marchetti 6,5 – molto sicuro tra i pali e nelle uscite alte, la prova che una velina o una letteronza non basta a rammollire un calciatore;
Konko 5,5 – soffre l’individualismo di Marquinho ma in fondo può contare sempre su un supporto di fronte e di lato;
Biava 7 – controlla tutta l’area di competenza con l’esperienza di chi sa quello che va fatto: aiutare sempre il compagno;
Cana 6 – non è appariscente, non sarà Mascherano ma gioca bene e tranquillo;
Radu 7 – mette la museruola a Lamela;
Ledesma 6 – controlla, con Onazi, Totti. Spesso lascia al compagno il lavoro più ruvido, perché lui, ammonito dopo 45 secondi, deve evitare di farsi cacciare;
Candreva 7,5 – imprendibile, scappa via a tutti con velocità e tecnica, versione 2013 della classica ala, rappresenta un talento per il calcio italiano. Troppo veloce per Balzaretti, confeziona l’assist su cui Lobont si incarta;
Onazi 7 – come tutti, purtroppo, conosco alcuni laziali: da settembre tutti a ricoprì de insulti sto giovinotto. Siccome la mia filosofia è che ognuno fa il fuoco con quello che ha a disposizione, secondo me Petkovic ha fatto un gran lavoro nel valorizzare l’eclettismo del ragazzo e la sua tenuta polmonare. Se riuscirà a progredire tatticamente potrà essere un punto fermo. Tiè;
Hernanes 6 – mi è sembrato decisamente sottotono. Un paio di spunti, molto nervosismo. La coppa l’ha vinta anche lui;
Lulic 7,5 – Marquinhos gli dà una pettata e lui si vendica con il gol;
Klose 6 – attufato nelle maglie rosse, non si vede quasi mai. Ma siccome se ne porta dietro sempre almeno due, la sua funzione la svolge comunque;
Samantha 6 – non male, per un pregiudicato;
Ciani sv – una sostituzione come non ne vedevo da tempo;
Petkovic 8 – l’unico laziale per cui posso essere contento, a parte forse qualche cuginetto che non ha ancora l’eta della ragione. Ha costruito una squadra con dei difetti, perfettibile ma bravissima a fare quello che sa fare, un gruppo coeso in cui le individualità si esaltano. È l’unica strada per vincere nello sport. E lui ha vinto alla faccia di Baldini e i suoi libri, di Zeman, di Luis Enrique e di tutte le sigarette fumate nelle stanze di Unicredit.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...