Non è solo colpa dell’arbitro

Si è detto molto su Roma-Sassuolo. Molte cose non corrette, almeno secondo me, viste dal mio posto in Tribuna Tevere.

Picnic at Hanging Olimpico
Picnic at Hanging Olimpico

IMG_4605

Il campionato della Roma è cambiato, non solo a causa degli infortuni, ma in virtù di un nuovo status acquisito sul campo. Il record, il primo posto in classifica, le vittorie così nette hanno indotto gli avversari a essere più cauti. È vero che contro Torino, Chievo e Sassuolo la Roma ha segnato meno ma ha anche trovato squadre che giocavano in dieci dietro la linea della palla. Chi ha visto un Sassuolo venuto a Roma per giocare ha avuto un’allucinazione indotta dall’aver leccato il dorso di una rana – penso ad Assogna, giornalista che stimo ma che sta respirando troppo la nuova aria che tira a Sky. Senza Totti, senza Gervinho, con Borriello azzoppato dopo mezz’ora, per i giallorossi scalare quel muro si è rivelato quasi impossibile, ma è una qualità che Garcia dovrà al più presto allenare perché il tempo delle squadre che venivano a Roma a pressare alte, convinte di trovare i calciatori con la testa tra le nuvole come durante la gestione Luis Enrique oppure in stato confusionale come con Zemanology e Andreazzoli-Media-Punti si sono ricreduti in fretta e le hanno prese sonoramente.

È chiaro però che c’è bisogno di tirare il fiato, recuperare le energie e gli infortunati. Purtroppo non sarà così per i nazionali, penso a Strootman e Gervinho, con la speranza, soprattutto per l’ivoriano, che li restituiscano più in forma e non rotti.

Detto ciò, anche azzoppati, contusi, stanchi e con una metà campo nero verde intasata come il raccordo all’altezza dell’Ardeatina la settimana prima di Natale, la Roma doveva avere la meglio sul Sassuolo. Bisogna vincere, bisognava segnare. Ljajic se ne è magnati almeno tre e sono errori pesanti. Come gli errori arbitrali. L’ammonizione a Berardi non la capisco perché se il calciatore sgomita è rosso e punto. Dei due interventi su Ljajic il secondo era rigore sicuro.

Ljajic: "Levati dal cazzo" Idiota in neroverde: "Faccia di velluto, guarda che lo dico a Giacomelli"
Ljajic: “Levati dal cazzo”
Idiota in neroverde: “Faccia di velluto, guarda che lo dico a Giacomelli”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...