Tottenham-Manchester United 2-2 (19′ Walker, 32′ Rooney, 54′ Sandro, 57′ Rooney)

Lloris 5,5 – dopo il rigore che gli fischiano contro resta inebetito per 5 minuti, tanto che Rooney dal dischetto lo mira per svegliarlo ma lui si scansa. L’assegnazione lo stordisce ma lo stupido è lui che va a prendere le gambe di Welbeck mentre l’attaccante sto cercando l’uscita di sicurezza dello stadio palla al piede;
Walker 6 – fa tutto lui: al 5′ sbaglia un controllo davanti a De Gea su un contropiede lama. Con una saetta rasoterra beffa lo spagnolo e segna l’1-0 al 19′. Al 32′ fa un assist di tacco a Rooney per il gol dell’1-1. Sfiora ancora il gol su punizione e serve una palla d’oro a Chadli;
Dawson 6,5 – salva tutto all’87 e diciamo che alza il suo voto di 3 punti e mezzo;
Chiriches 7 – ferma da solo gli attacchi dei rossi. Bisogna capire se il superpotere risieda nella maschera che porta o se è proprio così lui;
Vertonghen 5,5 – soffre un po’ Valencia. Doveva proprio avere il mestruo per soffrirlo così;
Sandro 6,5 – cuce il gioco e protegge la difesa ma al 53′ si inventa un gol incredibile con un missile terra aria imprendibile;
Dembele 5,5 – non ho mai percepito la sua presenza in campo;
Lennon 6 – gioca un tempo in cui divora un gol incredibile su assist di Soldado. Però cazzo le partite durano 90 minuti non 45. Certo che se Lamela non riesce a togliergli il posto, forse sull’argentino ha ragione il mio amico Francesco ma soprattutto Sabatini;
Paulinho 7 – giocatore strano, per velocità e precisione di esecuzione sembra un Perrotta che sa palleggiare. Al 28′ parte in assolo e sforna un assist x Soldado.
Chadli 6,5 – un altro belga. Valencia percula Vertonghen e lui va a dare una mano. Soldatino; Soldado 5,5 – meglio come assistman che come bomber. Lui sarebbe un attaccante…
Soldato 5 – mi sembra un pelo sopravvalutato. Segna poco, gioca tanto per la squadra ma il problema del Tottenham è proprio l’attacco…
Townsend 5 – superfluo;
Defoe 5 – indigesto;
Sigurdsson sv
Villas Boas 6 – porta a casa il pareggio, avrebbe potuto vincere, se perdeva co’ Moyes erano cazzi grossi come Luis Enrique;

De Gea 5,5 – cerca di fare la faccia cattiva in uscita… Ahahahahahah… Sul gol di Walker è vero che il 2 degli Spurs tira una sassata ma era centrale e parabile;
Smalling 6 – non belligeranza: Chadli non attacca e lui non je caca er cazzo;
Evans 6 – Soldato è fastidioso ma a tenerlo buono basta un’occhiataccia;
Vidic 6 – gioca ormai da fermo ma almeno non gioca scherzetti a De Gea;
Evra 5,5 – sta sulle sue, a pensare alle notti parigine e a Moyes che vuole Baines;
Cleverley 5,5 – picchia a destra e sinistra; Jones 6,5 – bel cross a banana in occasione del 1-1. Veloce e tecnico, è l’uomo in più di Moyes per la capacità di giocare in tantissimi ruoli della difesa e del centrocampo;
Valencia 6 – tanti palloni giocati, ma manca sempre lo spunto che lasci a bocca aperta;
Kagawa 4 – non visto, non pervenuto, un corpo estraneo, fastidioso come una bottiglietta di crodino al culo;
Welbeck 6,5 – al 57′ conquista il rigore del 2-2 più per imperizia di Lloris che per autentici meriti suoi. Quando parte guarda sempre il pallone cone i bambini alla parrocchia. A volte mi chiedo se ci sia una differenza tra lui e i bambini in parrocchia;
Rooney 8,5 – che giocatore, che esempio, che carisma. Aiuta il compagno di reparto, omposta, rifinisce e segna. Ma cosa gli manca?
Hernandez 6 – entra al posto di Welbeck per dare peso all’attacco. Vabbè, avanti un altro;
Nani e Young sv
Moyes 5,5 – cerca di attenersi all’ovvio ma il suo ManU è solo Rooney.

Un pensiero su “Tottenham-Manchester United 2-2 (19′ Walker, 32′ Rooney, 54′ Sandro, 57′ Rooney)”

  1. Che Moyes non fosse l’ allenatore giusto per il dopo Ferguson me ne sono accorto quest’ Estate, quando ad una conferenza stampa disse: “Non ho budget, posso comprare chi voglio.” Ma che mossa intelligente, dire una cosa del genere! Dopo questa spacconata, se prima per un giocatore ti chiedevano 5, adesso ti chiedono 10, perché tu per tua stessa ammissione puoi spendere quanto ti pare.
    A mio giudizio la panchina di Moyes non é ancora saltata perché il Manchester United sa che esonerarlo equivale ad ammettere di aver perso la scommessa. Accadde anche alla Juve con Delneri e alla Fiorentina con Mihajlovic: era chiaro già dopo le prime partite che l’ allenatore non era all’ altezza, ma la società per non ammettere lo sbaglio l’ ha tenuto finché la situazione non é diventata insostenibile. E così sono andate in vacca delle stagioni che potevano tranquillamente essere salvate.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...