Sassuolo-Roma 0-2 (16′ Destro, 51′ st Bastos)

Pegolo 5,5 – il più pettegolo e senz’altro più alto dei sette nani resta sostanzialmente a guardare mentre gli portiamo via le residue speranze di salvezza;
Gazzola 5,5 – ghiandaia gazzolatrice, canta canta ma nun caca un cross;
Mendes 6 – mena, sbraccia, spigne, trattiene, sputa e probabilmente bestemmia. Da Juve;
Cannavaro 5,5 – un paio di bei recuperi ma esce cantando “Non ho l’età…”;
Longhi 5 – su un asteroide lontano a pensare a cazzi tutti suoi;
Biondini 5 – l’ombra di quel polmone macinatore di chilometri visto a Cagliari;
Chisbah 5 – forse nella posizione del regista servirebbe qualcosa in più di un boxeur;
Missiroli 4,5 – come se fa toje bene quer pallone dal Ninja, sembrava quasi romanista;
Berardi 4 – è pure rubentino quindi ce dovrebbe avè npo de voja de aiutà i futuri compagni. Ma evidentemente so così stronzi che pure lui tifa Roma, esce dal campo e se vede solo nella pantomina del rigori sì-rigore no-rigore ni;
Floccari 4 – pure lui se vede che da lazziese c’ha er foco de nun facce lottà per lo scudetto e manco arrivà secondi. Infatti se nasconde in campo. Romanista vero;
Sansone 6,5 – l’unico juventino. Se impegna, lotta, ce mette in difficoltà poi nel momento topico, quando avrebbe potuto dimostrà de merità peddavvero la maglia a strisce verticali che unisce galeotti e rubentini, un conato di onestà gli ha permesso di dire la verità e scagionare Benatia. Me sa che s’è giocato la stima de Marotta, de Conte e pure der Monoaccigliato, ma forse Lapo lo guarderà con occhio spermatozoico;
Farias sv – mezzo spunto, poi aperitivo;
Zaza sv – altro juventino innocuo come solo uno juventino che l’arbitro non aiuta;
Masucci 5,5 – venti minuti vissuti ronzando come una zanzara fastidiosa intorno a Benatia;
Di Francesco 5,5 – se vede che è disperato, che non vede la luce in fondo al tunnel. Per indossà quegli occhiali deve esse proprio alla canna der gas;

De Sanctis 6,5 – non vorrei qua sostenere che nun ha fatto ncazzo ma in effetti è stato un lunch time anche un po’ banale per il vecchietto abituato a trascorrerlo con la Clerici. Solo che a Reggio Emilia lo chef era Di Francesco e conduceva Rizzoli. Alla fine piatti bruciati e nessuno ha magnato;
Torosidis 6 – te aspetti il charrusco e arriva la feta. Poi vedi in panca Maicon che salta come un picchio al gol di Bastos e capisci che l’infortunio era solo una scusa per andare a sorseggiare una Ceres con il sole in faccia;
Benatia 6 – la storia di Sansone lo ha scosso, Peruzzo lo deve aver terrorizzato: gioca con la paura addosso, voi ve fidereste de uno che dà quel rigore?
Castan 6,5 – fa un po’ lo smargiasso, il bullo del quartiere. Lo sceriffo ha la luna storta e allora lui prende in mano la situazione e col coso in mano va in giro a spaventate i ragazzini di Di Francesco senza nemmeno usargli la cortesia di indossare un impermeabile;
Romagnoli 6,5 – ao me piace sempre più. Gia lo vedo e li sento e leggo su Twitter gli orfani di Zotti, quindi vorrei soprassedere sulla sicurezza e pure su un paio di spunti in attacco del recazzino e concentrarmi su quella barbetta incolta che quando tra dieci anni sarà una stella rivedesse con i peli a zolle je farà male;
Pjanic 6 – lo vedo a tratti, trasmissione satellitare disturbata. Quel che è certo è che quando la Roma fila lui è protagonista assoluto;
De Rossi 6 – Impreciso ma pugnace
Nainggolan 7 – recupera duemila palloni, tra cui quello dell’1-0;
Gervinho 6 – un po’ sfocato. Forse va troppo veloce e non viene bene nelle foto;
Destro 6,5 – sblocca il risultato, se magna un paio di gol. Tutto regolare;
Florenzi 6,5 – indubbiamente elemento portato a mettere in equilibrio anche i conti dello stato, figuriamoci una squadra di calcio;
Totti 6,5 – entra, fa nassist, dorme tutto il tempo in treno, torna a casa, du’ baci a pupi, poi se spupazza Ilary. Che je manca? ‘N par de scudetti;
Taddei sv – esemplare come sempre, va a rubare il pallone che diventerà il 2-0 e tutti a casa;
Bastos sv – finalmente segna il primo gol
Garcia 6 – la Roma parte forte, feroce, crea occasioni, Pjanic è caldo. Poi l’incidente Benatia raffredda tutti. Rudi sembra non trovare il modo di recuperare il massimo dai suoi ragazzi. Poi i tre cambi confezionano il 2-0 e Sassuo vaffanculo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...