Juve-Roma 0-2 (32′ Totti, 44′ Iturbe)

Buffon 5,5 – non può niente, né sul rigore né sulla danza di Gervinho che apre a Iturbe le porte del paradiso. Arriviamo a folate, a tratti prega, in altri momenti odora le mutandine della D’Amico che ha in tasca;
Caceres 4 – primo scatto su Gervinho, lo ferma; secondo scatto su Gervihno, lo tampona; terzo scatto, se stira;
Bonucci 5 – la Roma gioca senza centravanti e lui perde i punti di riferimento. A cinque minuti dalla fine segna con un gran tiro, ma Vidal che era ancora intontito dopo i postumi della sbornia in discoteca sale in ritardo, forse per scambiare due battute con Skorupski sulla house polacca della metà degli anni duemila. L’arbitro, giustamente, annulla per fuorigioco;
Chiellini 5,5 – soffre tanto Iturbe e Gervinho che si alternano. Non ha il loro passo, prova ad allargare i gomiti per fermarli. A tratti spicca il volo. Prende un’ammonizione ingiusta che, unita a quella della settimana scorsa fa capire che forse il vento sta cambiando e lui con quel naso rischia di raffreddarsi di brutto;
Lichtsteiner 5,5 – si vede poco, come in occasione del rigore;
Pogba 5,5 – oggi il rischio è che la Borsa di Milano apra in flessione dopo questa prestazione opaca;
Pirlo 6,5 – Totti lo copre, lui si disimpegna bene, cercando di mettere ordine ai fischi di Rizzoli;
Marchisio 5 – non si vede per tutta la partita, tranne quando reclama un rigore per avere intruppato Holebas;
Asamoah 7 – l’unico che per passo e resistenza viaggia al ritmo dei giallorossi;
Tevez 5 – ah, avesse potuto almeno calciare uno dei tre rigori che la Rube reclama. Viene spesso a prendere palla a metà campo e quando punta la nostra metà campo si percepisce il pericolo, soprattutto per chi sta sottovento;
Llorente 5,5 – si batte ma resta all’asciutto, speriamo che nel dopo partita abbia inzuppato il biscotto. Si narra che sia come Mandrake e che quando perde nun arza;
Morata sv – espulsione ingiusta, nessuno dei suoi compagni ha dovuto mai rendere conto del tentativo di ammazzare un avversario;
Vidal 5,5 – entra e la gente je gira ntorno perché sente ancora la puzza de birra della notte prima. solo Maicon si avvicina per annusargli la maglia;
Ogbonna 6 – quando è entrato stavo a ride, perché effettivamente non va proprio male;
Allegri 5,5 – me sbajo, o ha fatto solo un cambio? Sì me so sbajato. Ma si vede che la squadra è straripante dal punto di vista fisico. Comunque ha ragione a reclamare a fine partita. Campionato falsato. Ancora una volta;

Skorupski 6 – mai impegnato;
Maicon 6 – rischia il rigore per un chiaro fallo di mano. Per fortuna che Rizzoli non lo assegnato. Trascorre la partita a tamponare e poco a offendere, a parte quando percula Tevez, dopo che ha chiesto un fallo ridicplo che manco Ceccherini,  l’argentino ha sentito uscire dalla bocca di Maicon cose che nemmeno nel peggiore barrio di Buenos Aires, manco da Vidal sbronzo vorrei dire;
Manolas 7 – dio greco della difesa, diventa anche l’Angelo sterminatore della vendetta quando fa bagnare il pannolone di Morata prendendolo a pettate. Lo spagnolo cerca ancora la mamma;
Yanga-Mbiwa 5,5 – l’anello debole della difesa, quando appoggia e pure quando copre;
Holebas 5,5 – non attacca mai;
Pjanic 6 – quando arriva dalle parti sue, la palla canta. Peccato che a volte il bosniaco manchi di quello spirito pugnace che servirebbe ad ammazzà l’avversario e segnà er 3-0;
Keita  8 – ste cose non gli capitavano manco in Cina quando giocava contro la squadra del partito comunista. Per fortuna che nun è successo niente e Rizzoli ha favorito noi, negando tre rigori alla Rubee annullando un gol. Lui non perde mai la bussola, manco quando lo vedi con le mani nella barba dopo che sembrava che Rizzoli avesse concesso un rigore fuori area e per giunta a recupero scaduto;
Nainggolan 6 – è stanco ma ha una volontà che gli impone di non arretrare di un centinetro. Come i Ninja;
Gervinho 6 – sbaglia un paio di scelte ma confeziona un assist per Iturbe che la metà bastava a famme bestemmià e batteme er petto tre volte dall’orgoglio de esse romanista;
Totti 6 – gioca da fermo, ma all’Augusto basta, per fortuna;
Iturbe 7 – quando corre sembra Michael Johnson. Ve lo ricordate Michael Johnson? Be correva come Iturbe;
Florenzi sv – entra a partita decisa dall’arbitro, non ha nulla da opporre a fischi così coerenti;
Destro e Paredes sv
Garcia 6 – la squadra è in riserva. Poi uno dice “c’è la sosta”. Sosta un cazzo. Speriamo almeno di recuperare gli infortunati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...