Le sei cose più gravi dette da Garcia in conferenza stampa

“In questa conferenza mi aspetto che si parli di bilanci”. 
Ok Rudi face Tarzan.

“Siamo primi nel nostro campionato”, 

Daje, me fa piacere che il mio allenatore si droghi. Viva gli anni Settanta. Che acidi te fai, Rudi?

“La Juve è fuori concorso. Lo sta dimostrando, ha l’abitudine di vincere con una potenza economica maggiore nella nostra. Ha uno stadio proprio, è in finale di Champions, ha vinto campionato e Coppa Italia, è irraggiungibile. Siamo stati secondi, vuol dire primi del campionato a 19 squadre, l’obiettivo principale era la Champions da secondi e non da terzi con uno spareggio”.

Ah ok, allora la colpa è degli americanstraccions! Rudi come Marione. 
Giusto forse guardare il bicchiere mezzo pieno, ma non si può partire battuti, questo non è lo sport. Alibi per la squadra e scelta di parole che fa solo infuriare l’ambiente. Borussia Dortmund e Atletico Madrid dimostrano il contrario ma certo non con un allenatore che parla così. 
Loro hanno la possibilità di vincere la Champions, hanno preso tanti soldi e hanno il loro stadio, per noi cambierà tutto quando lo avremo. Il gap può essere più importante anche per via del Fair Play Finanziario. Ma non cambiamo le nostre ambizioni, voglio vincere titoli. La logica della potenza economica in Italia conferma che la Juve è fuori concorso da 4 anni”.

Quindi la colpa è del Fair Play finanziario… È vero, è ingiusto, ma sono scuse. E ora che i rubentini sono in finale di Champions hai la coscienza più leggera? Quindi la stagione l’avete affrontata così? A pancia piena de birra e tramezzini tanto la Juve non se prende?
Da quando sono arrivato le cose sono state chiare, abbiamo bisogno di vendere per comprare.
Ancora gli american straccions? Ma che la tua compagna ti fa sentire Marione in auto?

Questa è grave perché sbugiarda quattro anni di menzogne divulgate dalla dirigenza anche grazie alla stampe e alle radio amiche. Quindi è una strategia: vendere per comprare. Quindi forse Benatia non se ne voleva andare l’anno scorso, vi serviva venderlo… 
Forse l’anno scorso abbiamo fatto una stagione troppo bella, tutti avete fatto della Roma un candidato allo scudetto
Eh no, hai parlato tu di Roma da scudetto. Sei tu che hai detto fin dalla prima conferenza stampa che puntavi a fare meglio dell’anno prima e che quindi l’obiettivo era lo scudetto. E dopo il furto subito a Torino? Ricordi cosa hai detto, Garcia? 

Sono stupito di vedere che la mia squadra da seconda tutto il campionato ha dovuto ricevere tante critiche anche da alcuni tifosi, faccio riferimento alla contestazione dopo la Fiorentina. Non serve illudere la gente, i nostri tifosi sono intelligenti e ci hanno dimostrato per tutta la stagione di essere con noi. E quando era importantissimo avere il sostegno di tutti, non lo abbiamo avuto. Forse sono stati condizionati dalle critiche eccessive della stampa. Per una squadra con obiettivi come i nostri, per tutto l’anno secondi, non è stata una bella cosa. Per questo vogliamo essere chiari sulle nostre possibilità. Spero siano grandi in futuro, ma per il prossimo anno non lo so. Ma il primo ambizioso sono io o non sarei qui”.

I miei tifosi devono però sapere che in quei momenti possono fare la differenza, non è normale avere dei risultati migliori in tasferta. Significa che all’Olimpico era difficile giocre e non mi sembra normale. Abbiamo la tifoseria migliore del mondo e siccome sono intelligenti sanno che se andiamo meno bene con loro siamo più forti. 
Quindi è colpa dei tifosi. I soliti teppisti, gente disadattata. Poveri calciatori che subiscono i fischi. Si spaventano i pupi. Bisognava venivve a prende a Trigoria, altro che! Manco il Parma avete battuto. E la colpa è dei tifosi? C’era bisogno del pubblico per vincere una delle mille mila che avere pareggiato? Serviva il sostegno dei tifosi per eliminare dall’Europa League una Fiorentina modesta? È colpa della curva Sud se non segnamo mai su palla inattiva? È colpa di quelli che stanno in Tribuna Tevere se sui calci d’angolo non si vede un movimento a smarcare un compagno ma è un “tutti verso la palla”?
Vincete, applaudiamo. Bagnate la maglietta di sudore, uscite infangati, sporchi, con fasciati e incerottati per aver messo tutto in campo, anche il sangue, e vi applaudiamo. Fate i vitelloni, non vi impegnate, tirate a campare e ve facciamo le pernacchie. 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...