Le pagelle di Chievo-Roma 3-3 (7′ Sadiq, 37′ Florenzi, 44′ Paloschi, 57′ Dainelli, 71′ Iago Falque, 82′ Pepe)

Bizzarri 5 – tre ne prende, due volte lo graziamo noi, direi che per un ex della Lazio è stato un pomeriggio nella media;
Frey 5,5 – l’assist della vita: la tira su Sadiq e Sadiq fa gol. Direi mejo de Gervinho;
Gamberini 4,5 – fa un paio di capolavori. Ce voleva dà na mano, ma noi semo stronzi;
Cesar 4,5 – pure lui ce dà un aiuto. Se deve esse commosso a legge tutte ste notizie de Garcia cacciato e l’amore in pericolo con la Brienzina. Così, cuore tenero, fa l’assist a Florenzi. Grazie, ma semo stronzi;
Cacciatore 5 – pure lui ne fa di cotte e di crude. Non ci posso credere che non siamo riusciti a battere sti pipponi;
Castro 5,5 – un paio di giocate, generalmente vane; subisce Digne, soprattutto di testa;
Radovanovic 5,5 – prova a mettere ordine, ma sto Chievo è un macello;
Hetemaj 6,5 – quando lo vedo giocare, è sempre il migliore dei suoi. Bella forza avendo al fianco Radovanovic… Birsa… Cacciatore;
Birsa 6 – scodella punizioni pericolose, e io sto lì a guardarmelo come Cracco che ha appena assaggiato una cosa deliziosa alle selezioni di Masterchef e si chiede “è culo o cosa?”;
Meggiorini sv – non ho la controprova, ma con lui in campo era meglio;
Paloschi 6,5 – ci purga ancora all’interno di un pareggio pirotecnico, come avvenne a Genova tempo fa. Genova puzza di pesce e Verona di pandoro. Giulietta è na zoccola;
Inglese 6,5 – fa impazzire Manolas manco fosse na bella biondina de Santorini. Invece è Inglese;
Dainelli 6,5 – entra aiutato da un bastone per reggersi in piedi. Alla fine il bastone ce lo ficca nel…;
Pepe Pig 6,5 – ormai bolso, si aggiunge alla lunga lista di gol assurdi e stronzi e di Carneadi vari che abbiamo preso;
Maran 6 – il Chievo ha un’anima… l’anima de li m…;

Szczesny 4 – a Coso piace vivere pericolosamente: quando rinvia aspetta l’ultimo momento utile per schivare l’avversario che arriva in pressing. Quando deve uscire non lo fa (vedi sul 2-2). Quando lo fa, se sbaglia, sbuccia la palla. Me sa che c’ha ancora i confetti de De Rossi sur gargarozzone;
Maicon 5,5 – come tutti gli ubriaconi, riesce sempre a rovinare qualcosa di bello: un matrimonio, il rapporto padre-figlio/figlia, una bella ripartenza;
Manolas 3 – ce fa tre gol. Il suo voto non può non essere 3. La cosa più grave e più “sua” è stato farsi bruciare da quel vecchio di Dainelli sul corner del 2-2, lo prende da dietro e poi glielo mena davanti, manco indossasse la parrucca da Jenna Jameson in una gangbang. Forse appesantito da troppa aria nella panza, secondo me so’ le lentichie;
Rüdiger 5,5 – ripetitivo e periodico, come ha tra i piedi la palla, la scaraventa in fallo laterale come se je deve picchio alla terza gamba e avesse paura de sbajà. Certo che ad aveccelo vicino deve trasmette na sicurezza…;
Digne 6 – recupera di testa un buon pallone che serve a Gervinho per il gol dell’1-0. Dentro sta gabbia de matti non deve vedè l’ora de tornà a Parigi a fa panchina, deve preferire rischiare la vita co’ l’Isis lì che avere certi compagni di squadra;
Florenzi 6 – la settimana di vacanza gli ci voleva proprio. Visto come sprinta deve essere andato a Fiuggi: dieci giorni a fare la cura dell’acqua pe’ ripulì l’intestino tenue e crasso;
Vainqueur 5 – se ne sta in mezzo al campo come se fosse dipinto sull’erba;
Iago Falque 6 – se muove, la passa, segna, ce manca solo che je chiedemo de fa er lavoro de Nainggolan. Ops, scusate, pessima scelta di parole;
Salah 4 – non è un 4 come il 4 di Coso, è un 4 che dai al vuoto pneumatico, alla completa e assoluta inutilità del trascorrere un pomeriggio su un prato senza un panino colla bresaola, anche perché lui la mortazza non la pò magnà;
Sadiq 6 – tocca positivamente dieci palloni, uno lo segna ma je sbatte addosso de sponda, uno lo tira sul tabellone ma vi assicuro che era più difficile tirallo fuori che mettelo dentro la porta, gli altri 8 non pervenuti;
Gervinho 5 – uno va in solluchero per l’azione dell’assist (dimo così) a Sadiq, ma poi l’animo estasiato si trasfigura catarticamente in tormento nel vederlo ogni volta perdere palla per tiri improbabili (cioè Gervi è ora che qualcuno te lo dica: se fatichi a segnare da dentro la porta, figurati se riesci a prenderla da 15-20 metri) o assoli frutto di un evidente caso di febbre maltese;
Di Livio e Tumminello sv – entrano come prova tangibile che eravamo in emergenza. Capito Sabbatì?
Gyomber sv – Gyomber, a centrocampo… Capito Sabbatì?
Garcia 5,5 – primo tempo tutti dietro compatti e uniti. Però ‘sto Spalletti non me lo ricordavo così pragmatico. Poi il secondo tempo ricorda a tutti che il brufolo di Garcia è ancora lì, a giudicarci tutti… Pensate che un certo punto Coso cerca di chiamare Di Livio ma nun se ricorda come cazzo se chiama… Damo la colpa all’emergenza, in emergenza sullo 0-2 e in emergenza sul 3-3.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...