Le pagelle di Empoli-Roma 0-0

homer simpson doh

homer simpson doh

Altri due punti buttati dalla banda Spalletti sulla strada delle magnifiche sorti e progressive giallorosse…

Dipinte in queste rive
Son dell’umana gente
Le magnifiche sorti e progressive.

Qui mira e qui ti specchia,
Secol superbo e sciocco…

ROMA

Szczesny sv – in area di rigore ha chiamato il parquettista, c’era na puzza che quelli dell’Empoli sono rimasti alla larga tutto il pomeriggio;

Rüdiger 6 – be l’Empoli non offende, lui gioca da terzo centrale;

Manolas 6 – tira fuori il sangue per vincere a Empoli, ma niente. Partecipa alla pennichella di circa un’ora;

Fazio 6 – durante l’abbiocco collettivo, sbaglia due o tre appoggi che fin quando era sveglio faceva con la sicurezza di Ozymandias. Poi quando Spalletti dà la sveglia lui torna in sé, e l’unica volta che l’Empoli si fa vedere dalle parti del parquettista di Coso allunga il suo metro e 95 centimetri davanti a Maccarone;

Emerson 5,5 – parte forte che uno pensa avvedi, forse ora dopo ora, giorno dopo giorno, settimana dopo settimana sta diventando un giocatore, piazza subito un cross al bacio per Dzeko, ma Skorupski salva. Poi scompare, senza personalità, senza voglia, senza un cazzo da offrire se non i propri pettorali;

De Rossi 6 – lo vedo con la capoccia giusta, sta senz’altro pensando che è presto per mettersi vicino ai lavori in corso sul lungomare di Ostia a osservare come precedono gli scavi;

Paredes 6 – gioca perché nella testa di Spalletti bisogna fare la gara e quindi preferisce uno che favorisca il fraseggio a uno che imbruttisca gli avversari, che magari è più utile a Vienna, tra un valzer e una visita al museo di Sissi;

Salah 5 – hanno fischiato più falli a lui che a tutta la difesa della Roma. Non ha concluso niente, dispiace, perché era la partita in cui serviva una magia alla Doctor Strange, e me la aspetto da lui, non da Palmieri;

Nainggolan 6,5 – non si riesce proprio a trovare un paio di calzettoni che gli contengano i polpacci, però sembra tornato il Raggia che conoscevamo: je dà giù de scivolata, pressa, mena, continua a piacermi di più quando sta a centrocampo, nel cuore della rissa. Credo piaccia di più anche a lui;

El Shaarawy 5,5 – mi sono chiesto cosa abbia fatto tutto quel tempo in campo, alla fine si coordina alla grande e spara forte addosso a Skorupski la palla della vittoria, così ho capito perché sarebbe dovuto uscire prima: perché a sta Roma, serve l’ignoranza;

Dzeko 6 – solo pallacce per lui che cerca di addomesticale tutte e girarle ai compagni. Ha una buona occasione dopo due minuti che Skorupski gli nega. Poi ci ripensa per tutta la partita, come i cornuti;

Peres 5 – era mejo se restava in infermeria nartra settimana a magnasse minestrine .

Jesus sv – entra sperando nel miracolo ma Jesus si è fermato al Raccordo. Posso di’ na cosa? E’ na pippa ma i 5 che ho visto sui giornali oggi proprio gratuiti;

Perotti sv – non gli assegno il voto perché ha giocato solo 8 minuti ma in quegli otto minuti riesce ad andare via ogni volta al suo avversario diretto. Direi che ha fatto più lui in otto minuti che alcuni compagni in 90;

Spalletti 5,5 – sostituzioni tardive. Con quegli attaccanti encefalitici che schierava l’Empoli, 3 difensori centrali non erano un po’ troppi? Ho capito che loro giocano molto con le due punte e il trequartista, ma Fazio, Manolas, Rudiger e la salita lavolpiana di De Rossi mi sembrano una precauzione eccessiva per tenere a bada l’Empoli;

EMPOLI

Skorupski 7,5 – un altro nome da appuntare alla lista degli ex che fanno i fenomeni;

Veseli 5 – una volta giocavo ad Hattrick e il mio orgoglio era un terzino albanese che ho fatto crescere fino ad arrivare alla nazionale albanese. Non era lui;

Bellusci 6,5 – questo sembra uscito dai peggiori bar di Caracas. Me piace!

Costa 6,5 – se il collega è un rissaiolo, questo è un difensore elegante che guida la retroguardia con carisma;

Pasqual 6 – gli anni si sentono, non spinge tanto, ma è un frangiflutti invalicabile, una linea Maginot senza blizkrieg, un muro di Berlino d’annata. Chiedete a Salah;

Krunić 5 – c’era?

Diousse 6,5 – cresce alla distanza, nel secondo tempo, fino alla sua uscita dal campo è un fottuto magnete per i palloni, dispensatore di regia forse banale ma soprattutto esponente di punta della teoria bayesiana della decisione, un approccio statistico fondamentale al problema del pattern recognition che, quando in dubbio, risolve mollando calci;

Croce 5,5 – da come protesta sembra cresciuto alla Juve… devo indagare… o forse alla Juve interessa. Che dice Di Marzio?

Saponara 5 – male, si deve essere intristito appena si è guardato intorno;

Pucciarelli 5 – due polmoni in difesa in più… ma quanto a piedi…;

Gilardino 5 – me lo ricordavo diverso, meglio, diciamo che me lo ricordavo ancora vivo;

Tello sv – resta nella storia della sua partita quando, dopo aver falciato uno dei nostri, urlava in faccia all’arbitro il suo mantra: “non l’ho toccato”. Lui sì che è cresciuto alla Juve;

Buchel sv

Martusciello 6 – sembra Doug Stamper di House of Cards.

2 pensieri su “Le pagelle di Empoli-Roma 0-0”

    1. praticamente non sono mai bastati. Ci manca la capacità di vincere le partite in maniera “sporca”, un rimpallo, un gol di prepotenza, la voglia di vincere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...